Top
  >    >    >  Cosa fare a Bucarest in tre giorni

Cosa fare a Bucarest in tre giorni

Bucarest, la capitale della Romania, è una città ricca di storia, cultura e contrasti. In questo articolo, vi porteremo in un viaggio di 3 giorni attraverso le sue strade, esplorando i luoghi più iconici in un itinerario unico e assaporando la cucina locale. Preparatevi per un week end indimenticabile in una città affascinante e vivace.

Mappa di Bucarest, in rosso la Old Town

Come raggiungere Bucarest

Bucarest è servita dall’aeroporto internazionale Bucarest-Otopeni, intitolato a Henri Coanda. Si tratta del principale scalo aeroportuale della Romania e si trova a 16 km dalla capitale. Bucarest è raggiungibile da moltissimi aeroporti italiani grazie alla presenza di numerose compagnie aeree che effettuano la tratta. Si possono trovare voli di linea e voli low cost, questi ultimi a prezzi davvero convenienti. 

Per raggiungere il centro cittadino, il nostro consiglio è di scaricare l’App Bolt, un servizio sicuro di taxi privati, la cui percorrenza è tracciata e il pagamento viene effettuato elettronicamente tramite la carta registrata nella stessa App. In alternativa si possono usare i mezzi pubblici con l’Express 780 che porta fino a Gare de Nord, la stazione ferroviaria da cui partono varie linee della metropolitana, di autobus e di tram. 

Noi abbiamo usato il servizio Bolt spendendo 14 Euro circa per raggiungere la Old Town.

Dove alloggiare a Bucarest

A Bucarest si trovano molte strutture, alberghi, B&B e appartamenti, a ottimi prezzi. Vi consigliamo di soggiornare nel centro storico oppure nei quartieri “Piata Romana” e “Cotroceni”. Durante i nostri giorni nella capitale rumena, abbiamo scelto un B&B nella Old Town, per noi è stata una buona soluzione per l’ottimo prezzo e per la vicinanza alle maggiori attrazioni.

Cosa fare a Bucarest

Bucarest è una città in espansione e in crescita, crogiolo di elementi diversi e di numerosi contrasti. Dalla Old Town ricca di attrazioni storico-culturali al vivace quartiere Lipscani, dai quartieri sovietici al sontuoso Palazzo del Parlamento passando per i magnifici viali residenziali che portano all’imponente Arco di Trionfo. 

Ogni cosa ci racconta di un passato travagliato e doloroso, ma oggi ci troviamo di fronte ad una capitale vivace che confidiamo possa crescere ed espandersi anche grazie al turismo. Ora non ci resta che partire alla scoperta di questa città. Pront* per visitarla insieme a noi? Si parte!

Old Town

La Old Town è il cuore pulsante di Bucarest con le sue strade lastricate, i café all’aperto e i tanti locali che si affacciano sulle viuzze, ma è anche il centro nevralgico della storia e della cultura rumena. Ecco le 5 cose imperdibili che abbiamo selezionato per voi:

– il Grand Café Van Gogh: un locale elegante e raffinato dall’atmosfera bohémien. Qui potrete fermarvi per una colazione, un pranzetto o una merenda immersi nella bellissima e colorata arte del celebre pittore. Le pareti sono rivestite da dipinti, dalla “Notte stellata” ai “Girasoli” fino ai bellissimi “Iris”. Senza parlare della magnifica scalinata che porta al piano di sopra. Il locale è un po’ costoso, ma a parer nostro merita una visita.

Il Grand cafe Van Gogh di Bucarest con i suoi dipinti coloratissimi

– La Carturesti Carusel: una delle librerie più belle del mondo. L’edificio si trova nel quartiere Lipscani, si sviluppa su 6 livelli e su 1000 metri quadrati ed è frutto di uno straordinario recupero architettonico. Anticamente questo palazzo era la sede di una banca, durante il periodo comunista fu utilizzato come magazzino. 

Solamente negli anni 2000 l’edificio fu sottoposto ad un progetto di ristrutturazione realizzando un’opera grandiosa, un vero e proprio paradiso per gli amanti dell’arte, della letteratura e della cartoleria. All’ultimo piano c’è anche un bistrot che si affaccia sull’intera opera architettonica. Oggi questo edificio è inserito nella lista dei monumenti storici rumeni.

Visuale interna della libreria più famosa di Bucarest, la Carturesti Carusel

– La Chiesa e il Monastero Stavropoleos: un vero e proprio gioiello nascosto nel cuore di Bucarest. Si tratta di un’antica chiesa ortodossa con l’adiacente monastero, un’opera architettonica bellissima e completamente affrescata risalente al 1724. Entrate nella piccola chiesetta, respirerete un’aria di serenità e di pace e rimarrete incantati dalla bellezza degli affreschi e della cupola.

Stavropoleos, un'oasi di tranquillità in pieno centro a Bucarest

– Pasajul Macca-Vilacrosse: un’elegante galleria ottocentesca piena di locali coperta da un vetro giallo a forma di forcella. Oggi l’edificio è inserito nella lista dei monumenti storici rumeni.

– ARCUB: il grande centro culturale nel quartiere Lipscani che ospita mostre temporanee.

Pasajul Macca-Vilacrosse una galleria ottocentesca con bar e ristoranti

Il Palazzo del Parlamento

Il Palazzo del Parlamento, chiamato anche Casa Poporului, è un edificio istituzionale nonché uno dei simboli di Bucarest. È il palazzo più pesante del mondo, il secondo più grande per estensione e il terzo per volume. Fu costruito interamente con materiali del paese e voluto dal dittatore Ceausescu. Quello che si vede esternamente è una minima parte della sua grandezza e opulenza. Si estende sotto il suolo per 92 m con gallerie e rifugi antiatomici. Il palazzo è aperto al pubblico per le visite ed è richiesta la prenotazione.

Palazzo del parlamento di Bucarest, il secondo edificio più grande del mondo

Ateneo rumeno

L’Ateneo rumeno è un altro edificio maestoso, sede di concerti e di eventi culturali. Fu inaugurato nel 1888 in stile neo classico, è considerato il tempio della musica. Un grande affresco circolare, che raffigura i momenti più importanti della storia rumena, domina la sala al suo interno. L’intero edificio è aperto al pubblico.

Ateneo rumeno, sede della cultura musicale rumena

Palazzo Reale

Dall’Ateneo rumeno si passeggia verso piazza della Rivoluzione dove si trova un grande Obelisco di 25 metri, chiamato dai cittadini di Bucarest “La Patata”, eretto in ricordo dei caduti durante la rivoluzione rumena. 

Piazza della rivoluzione chiamato dai cittadini di Bucarest “La Patata”, eretto in ricordo dei caduti durante la rivoluzione rumena

Sulla piazza si affaccia il Palazzo Reale, edificio di grande importanza storica, politica e culturale. Costruito tra il 1812 e il 1815, in questo palazzo avvenne l’abdicazione del re Mihail I e la proclamazione della Repubblica nel 1947. Oggi è la sede del Museo Nazionale d’Arte.

Palazzo Reale di Bucarest, oggi museo d'arte nazionale

Terme di Bucarest

A Bucarest si trova il Parco termale più grande d’Europa, qui vivrete un’esperienza di benessere incredibile. Questa enorme e bellissima struttura è una vera e propria oasi di relax. Si tratta di un luogo esclusivo circondato da 1500 palme e da più di 800000 piante dove vivere molteplici esperienze sensoriali e di benessere. 

Il parco termale è diviso in 3 zone: The Palm, un’area benessere all’interno di un giardino botanico; la zona Elysium con 10 saune diverse, cascate di docce fredde e una parte per la cura del corpo; la zona Galaxy per il divertimento con un’enorme piscina ad onde e ben 1,6 km di scivoli di varie tipologie e per tutte le età. Il parco termale conta nel suo complesso 10 piscine diverse e una vasta zona esterna con acqua che sgorga a temperatura costante intorno ai 30°. 

Per finire c’è una bellissima area ristoranti con cucine da tutto il mondo e un pool bar che serve ottimi drink direttamente in acqua. Per noi l’esperienza è stata magnifica. Il nostro consiglio è di concedersi un’intera giornata di relax in un giorno feriale. Se invece progettate una giornata alle terme nel fine settimana, preparatevi ad una maggiore affluenza e ricordatevi di prenotare l’ingresso.

Terme di Bucarest, il parco termale più grande d'Europa

Dove mangiare a Bucarest

Ecco i nostri posti preferiti in città:

– Caru’cu bere, un ristorante storico e famoso di Bucarest. Vanta oltre 140 anni di storia ed è considerato uno dei ristoranti più leggendari del mondo. L’ambiente è bellissimo e originale, la cucina è molto buona di sole pietanze tipiche con birra di propria produzione. Le serate sono magnifiche con canti e balli della tradizione. È più costoso rispetto agli altri ristoranti della città, ma ne vale la pena. Il nostro consiglio è di prenotare direttamente sul sito con largo anticipo. Non ve ne pentirete!

Una serata tipica al Caru' Cu Bere, il ristorante più famoso di Bucarest

– Excalibur, un ristorante medievale molto particolare. Si tratta di una grande taverna tipica in stile medievale dove vengono serviti piatti tipici e fantastiche grigliate di carne, il tutto accompagnato da fiumi di birra. Caratteristica del posto: si mangia con le mani. I prezzi sono modici. Vi consigliamo come sempre di prenotare con anticipo. 

– Hanu’ lui Manuc, la più antica locanda con ristorante di Bucarest. Il complesso è enorme con un grande cortile interno. Qui vengono serviti  piatti della tradizione a prezzi davvero contenuti. Ottima idea anche per pranzo.

– Luca: una catena che vende street food con una grande varietà di prodotti dolci e salati a prezzi molto bassi. Camminando per la città, troverete questo piccolo store un po’ ovunque.

– Scovergaria Micai: un panificio con pasticceria artigianale che vende dolci e prodotti salati tipici. Un’ottima idea per una colazione o una merenda. Fuori si trovano delle bolle trasparenti, all’interno delle quali è possibile sedersi comodamente per un momento di relax.

Scovergaria Micai un ottimo panificio pasticceria nel quartiere Lipscani

Uno speakeasy imperdibile a Bucarest

Per una serata TOP abbiamo selezionato un posticino unico. All’interno del Marmorosch Hotel, che un tempo era la sede di una banca, si nasconde un locale super cool in quello che una volta era il caveau. Oggi potete entrare in questo speakeasy e godervi una serata in un ambiente pazzesco che è rimasto intatto nel tempo con pareti piene di cassette di sicurezza dove un tempo si custodivano gioielli e documenti TOP SECRET. Qui gusterete ottimi drink e cocktail ascoltando buona musica.

Lo speakeasy più cool della città in un vecchio caveau

Cosa mangiare a Bucarest

Nei nostri viaggi amiamo assaporare nuovi piatti e andare alla scoperta delle tradizioni culinarie. Ecco alcune cose che vi consigliamo di assaggiare:

– la ciorba: una zuppa della cucina popolare, una ricetta povera che si può trovare in diverse varianti. Noi l’abbiamo assaggiata con le verdure e con i legumi e la carne dentro una bowl fatta di pane.

– Sarmale: involtini di cavolo o verza farciti con carne, riso o uovo.

– Muschi: la grigliata tipica di carne di maiale rumena.

– Mamalig: una polenta di mais che viene servita come contorno.

– Mititei: polpette di carne di maiale o di manzo condite.

– Cozonac: il dolce tipico delle feste farcito con noci, zucchero e cacao, ma che si può trovare in diverse varianti.

Uno dei piatti tipici in Romania, la ciorba.

Informazioni e consigli utili

Bucarest è una città vivace e in crescita, ma presenta anche un forte divario sociale. Ecco alcuni consigli per vivere al meglio la capitale rumena:

– nella nostra esperienza, la città è apparsa sicura, ma appena si esce dalle zone del centro consigliamo (come in tutte le grandi città) di prestare attenzione.

– La moneta rumena è il Leu (al plurale Lei), la sigla ufficiale è RON (1 Euro = 5 Lei circa).

– I pagamenti elettronici sono accettati quasi ovunque.

– Il nostro consiglio è di prelevare una piccola somma in caso di necessità, noi abbiamo prelevato allo sportello ATM in aeroporto.

– Nei locali è obbligatoria la mancia, la trovate già inserita nel conto.

– Per muoversi in città e nelle zone limitrofe, consigliamo di utilizzare BOLT.

– In città troverete alcune agenzie che promuovono dei tour giornalieri nell’affascinante Transilvania, una terra che merita una visita se il tempo a disposizione lo concede.

La nostra esperienza

Abbiamo trascorso 3 giorni nella capitale della Romania. Abbiamo visitato la città in lungo e in largo, spinti dalla curiosità di scoprire un luogo poco conosciuto. Bucarest è una città in crescita, anche se in molti quartieri il tempo sembra essersi fermato. Confidiamo di cuore che grazie al turismo questa città possa riscattarsi da un passato doloroso. 

E voi, siete pront* per visitare questa capitale. Con tutti i nostri consigli, non vi resta che preparare la valigia e partire. Se vi è piaciuto questo articolo, vi aspettiamo nei commenti. Come sempre siamo a vostra disposizione per informazioni e opinioni di viaggio. Seguiteci anche sulla nostra pagina Instagram dove sarete sempre aggiornat* sulle nostre avventure. 

Buon viaggio, Travelers!

Bacio davanti al palazzo Reale, oggi sede del museo nazionale di arte
3

Siamo Enrica e Alessio, una coppia unita dall’amore e da una sconfinata passione per i viaggi. Siamo due sognatori che hanno fatto del viaggio la propria filosofia di vita.

Comments:

  • 5 Aprile 2024

    Ragazzi grazie mille per questo splendido articolo.
    Faremo tesoro dei vostri preziosi consigli per il nostro viaggio a Bucarest, che ci aspetta a brevissimo!
    Avanti così! 🙂

    reply...

post a comment